domenica 2 settembre 2018

Noemi - Porcellana

Scende la notte
Quando mi guardo nello specchio e sono stanco
E il sangue mi ribolle addosso quando piango
O scorro foto solo per passare il tempo e sono stanco

Scende la notte
Quando vorrei andare in guerra e so che perdo
Perché mi tremano le gambe sopra il mondo
Mi vesto bene ad ogni modo e mi difendo ma sono stanco

Ma il cuore mio lo so
È solo una puttana
E la mia testa fragile come la porcellana
Che non scende mai per strada
E vive dei suoi sogni
Che sono buchi neri e ci sprofondi

Ma il cuore mio lo so
È come un aquilone
Che vola sopra il cielo e si abbandona ad un tifone
Che puoi solo fermare
Con la forza di un padre
Ma rimani bambino
E continui a tremare

Scende la notte
Quando regalo a sconosciuti il mio passato
E metto il naso rosso e faccio lo spassoso
Di colpo cado nell'ovatta accartocciato e resto muto

Ma il cuore mio lo so
È solo una puttana
E la mia testa fragile come la porcellana
Che non scende mai per strada
E vive dei suoi sogni
Che sono buchi neri e ci sprofondi

Ma il cuore mio lo so
È dentro un ascensore
Bloccato in mezzo a un piano soltanto per timore
Che puoi solo sbloccare
Lasciandoti andare
E immaginando
La notte dormire, shh

Ma il cuore mio lo so
È solo un aquilone
Che vola sopra il cielo e si abbandona ad un tifone
Che puoi solo fermare
Con la forza di un padre
Ma rimani bambino
E continui a tremare
E continui a tremare

Alessandra Amoroso - La stessa

Ridi, ridi come ridi tu
se ti va puoi restare però
se piove ti prego accompagnami al mare
perché mi dà fastidio
se c’è grigio da giorni
e ricordare che dall’altra parte del mondo
qualcuno guarda il sole

L’amore si fa non lo s’impone
se ti va me lo insegni però
se ho voglia di uscire lasciami fare
perchè mi dà fastidio
non muovere un passo
e ricordare che dall’altra parte del mondo
c’è chi toglie i tacchi per ballare

Ora che il vento ci spettina il cuore
dimmi che cos’altro ti sembra davvero importante
ora che cambio la giacca e la destinazione
ragazza colore autunno non sarò più
 

Tornerà la voglia di correre
vestiti così potremmo essere
protagonisti di qualsiasi film
tornerò io
tornerai tu
torneranno le mode, le canzoni d’estate
ma io sarò la stessa se ci sei tu

Ridi, ridi, come ridi tu
se rimani va bene però
l’abitudine lasciala fuori
perché mi dà fastidio
vedere nulla di nuovo
si parla sempre d’amore per poi
non farlo veramente

Ora che il mare riordina il cuore
dimmi cos’altro ti sembra davvero importante
ora che cambio la pelle e la destinazione
ragazza colore autunno non sarò più

Tornerà la voglia di correre
vestiti così potremmo essere
protagonisti di qualsiasi film
tornerò io
tornerai tu
torneranno le mode, le canzoni d’estate
ma io sarò la stessa

Tornerà questa voglia di correre
se mi guardi così potremmo essere
in prima fila dell’ultimo film
tornerò io
tornerai tu
torneranno settembre, le spiagge deserte
ma io sarò la stessa se ci sei tu

Prenoterò il tuo buon umore
e una camera con vista
Io sarò la stessa
tornerò io
tornerai tu
cambieranno le mode, le canzoni d’estate
ma io sarò la stessa se ci sei tu
la stessa se ci sei tu

Tornerò io
tornerai tu
torneranno settembre, le spiagge deserte
ma io sarò la stessa se ci sei tu.